Giorgio Bocca offende di nuovo Napoli

Tostato da

E’ vero, Napoli ha mille problemi, mille colpe, compiuto molti errori. Ma nessuno, per quanto illustre e illuminato, può permettersi di offenderla. Men che meno offendere il suo popolo. E ciò vale anche per due come Vittorio Sgarbi e Giorgio Bocca. Se del primo abbiamo già accennato, in questa sede parleremo del secondo.

Di cognome fa Bocca, ma spesso, farebbe bene a chiuderla. Il buon (?) Giorgio ha 91 anni, molti dei quali, soprattutto gli ultimi, passati a sputare sentenze un po’ contro tutti. Purtroppo però non si limita solo a sentenziare, bensì calca la mano, offende. Ultima occasione è La neve e il fuoco, un’intervista-documentario di un’ora realizzata da Maria Pace Ottieri e Luca Masella per Feltrinelli Real cinema. Ma forse, con Feltrinelli, c’ha poco da spartire.
Già in una puntata di Che tempo che fa, Bocca ebbe a dire che è una sfortuna nascere a Napoli, lasciando incredulo Fazio. “Durante i miei viaggi – dice Bocca nella videointervista – c’era sempre questo contrasto tra paesaggi meravigliosi e gente orrenda, un’umanità repellente”. Parlando di Palermo: “Una volta mi trovavo nei pressi del palazzo di giustizia. C’era una puzza di marcio, con gente mostruosa che usciva dalle catapecchie”. Poi passa a Napoli: “Vai in quella città ed è un cimiciaio, ancora adesso. Ci sono zone inguaribili (…) Grato? Come dire: sono grato perché vado a caccia grossa di belve. Insomma, non sei grato alle belve, fai la caccia grossa, non è che fraternizzi con le belve”. Lui è di Cuneo e ci guarda dall’alto con disprezzo.

Se Sgarbi, seppur nell’errare con il suo consueto linguaggio colorito, ha comunque ragione per i reiterati sprechi delle istituzioni locali in materia di cultura, Bocca è invece ingiustificabile, per quanto Napoli e Palermo pecchino di evidenti difetti urbanistici e civici.

Ai napoletani dunque ogni diritto di replica. Avendo pure il diritto di andarci giù duro come hanno fatto loro.

Luca Scialò

Segui questo autore

Siediti al tavolino ed esprimi la tua opinione

Comments Closed

Comments are closed.

da Avanguardie

10621938_748393688554262_209708506_n
Il neurone libero

Ti piace il Caffè?



Scrivi con noi!