E se il teatro venisse a casa nostra?

Tostato da

Ritorno alle origini per il teatro.

Con la prima edizione de “Il teatro cerca casa” rassegna nata da un’idea del drammaturgo Manlio Santanelli,  le rappresentazioni teatrali si vestono di nuovi spazi e prendono vita tra le mura domestiche.

Ventidue spettacoli, dislocati in 10 appartamenti e messi a disposizione da attori, artisti ed autori partenopei, per un massimo di 30 partecipanti: questo il progetto alla base della rassegna.

Una scommessa che è stata accolta con entusiasmo dal pubblico,  accomunato dall’amore per il teatro e da una ritrovata voglia di convivialità artistico – culturale.

Per il terzo appuntamento della manifestazioni, ad aprire le porte del proprio studio o concept house, come ama definirlo , è Silvana Totaro   titolare di “Studio Koan” .

La scelta di ambientare lo spettacolo tra le mura dello studio, nasce dalla natura poliedrica dell’ambiente, come la stessa Totaro precisa:” Koan è uno spazio aperto alle contaminazioni tra arte e lavoro, contro una visione schematica e riduttiva sia dell’una che dell’altra, e dove invece la loro integrazione libera il patrimonio creativo di ognuno”.

Davanti un nutrito pubblico di spettatori va in scena “Della Storia di G.G.” di e con Gea Martire, tratto dal racconto di Mariagrazia Rispoli.

E’ un monologo ,quello recitato dalla bravissima Gea Martire, che scaturisce da una perdita.

La morte del padre della protagonista darà il via ad uno sdoppiamento di personalità della stessa.

La donna si direbbe oggi affetta da sindrome bipolare, alterna sentimenti di dolore per la scomparsa del padre a ritrovati aneliti carnali per l’uomo che ha il compito di svolgere le mansioni funebri.

E così la vita e la morte si rincorrono, in un gioco di opposti.

I toni enfatici e le battute ironiche che strappano più di una risata nel pubblico, non fanno che esorcizzare i mali dell’animo: la solitudine e la paura più profonda, quella della morte.

Prova superata a pieni voti da Gea Martire,  che conferma la sua professionalità e bravura che tanto ha dato al cinema e al teatro.

Intanto il teatro continua a cercare casa.. e nuovi spettatori a cui offrire indimenticabili performance.

 

Per info:

“Il teatro cerca casa”

Organizzazione generale:
Livia Coletta
Ileana Bonadies
ilteatracercacasa@gmail.com

 

Studio Koan

Via Crispi, 31 Napoli

Per contatti 081 406562; 3471017941

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Segui questo autore

Siediti al tavolino ed esprimi la tua opinione

Comments Closed

Comments are closed.

da Avanguardie

10621938_748393688554262_209708506_n
Il neurone libero

Ti piace il Caffè?



Scrivi con noi!