A colpi di penna – La signorina M. e il corteggiatore sospetto

Tostato da

corteggiatore con rose rosse«Pronto, tesoro, sono io»

La signorina M. fa capolino dall’altra parte del filo in un pomeriggio qualunque.

«Ciao, come stai?»

«Chérie, sto benone. Volevo raccontarti quello che mi è capitato stamane. Me ne stavo tranquilla, seduta ad un tavolo del bar del centro leggendo il quotidiano, quando un tipo mi si avvicina. Mi fa notare che il mio foulard era scivolato per terra. Raccolgo il foulard e saluto il tizio come a liquidarlo, ma lui mi chiede il permesso di sedersi.  Un po’ seccata gli dico di sì. Lui si accomoda e si presenta. Mi confessa che mi aveva già notata e che non poteva capitargli scusa migliore per rivolgermi la parola. Lei mi lusinga-gli dico-leggermente imbarazzata. Allora ci fissiamo: occhi negli occhi, sospiri nei sospiri. Mi prega di dargli del tu. Penso che non è male. In quel frangente si accosta a noi un musicista di strada che intona col violino La vie en rose. Finché lui mi fa: Perdonami, hai per caso mangiato zucchine?  Là trasalgo.  Zucchine? che c’entrano le zucchine? domando incredula. Sai, è che avvicinandomi mi è sembrato di sentirne l’odore. Forse è il tuo profumo...fa lui. Io sono sempre più perplessa. Bel modo di fare breccia nel cuore di una ragazza. È proprio vero che il bon ton è una sciccheria di pochi! commento. Lui tenta di giustificarsi. Io gli faccio notare che ha già parlato abbastanza e che è meglio che vada. Lui si rattrista, mi guarda, e poi si alza neanche stesse partendo per la guerra. Mi tende la mano mentre io scosto tutto il braccio. Gli dico solo: mi raccomando la prossima che ti interessa una donna prima di dirle che odora di zucchine, pensaci bene. Così lui si allontana, sconfitto. Fine della storia»

«Peccato…» replico io

«Peccato? Ma, tesoro, un uomo che ti scambia per una zucchina al massimo può farti da giardiniere mica da amante!»

 

ragazza seduta al tavolino a fumareLa signorina M. è una donna di trent’anni, con la lingua lunga e lo sguardo acuto.

Commenta quello che la eccita, o la fa arrabbiare.
Ha il gusto di una parigina degli anni Venti (li ama) e lo humour di un’inglese in gonnella scozzese.
Quando busserà alla vostra porta, preparatele una tazza di tè e ne sarà contenta

Segui questo autore

Siediti al tavolino ed esprimi la tua opinione

Comments Closed

Comments are closed.

Ti piace il Caffè?



Scrivi con noi!