“Giulio Cesare” al Teatro Mercadante

Tostato da

Lo spettacolo sarà in scena fino al 19 febbraio

Si alza il sipario per “Giulio Cesare”, la grande tragedia scritta nel 1599 da William Shakespeare. Il regista, nonché direttore della Biennale del teatro di Venezia, Àlex Rigola, ha riproposto questo grande capolavoro in “chiave moderna”, grazie anche alla traduzione di Sergio Perosa.

Lo spettacolo comprime i tre anni che vanno dalla vittoria di Munda nel 45 a. C. al suicidio di Bruto nel 42 d.C. per farli durare meno di sei giorni. Uno spettacolo epico di produzione del Teatro Stabile del Veneto-Teatro Nazionale, dove si vede una donna Maria Grazia Mandruzzato , nel ruolo di Cesare.

In lei è presente il comando, la fermezza che è propria anche dell’attuale figura femminile. Dall’altra parte abbiamo Michele Riondino, apprezzato attore di cinema, teatro e televisione interpretare la parte di Marco Antonio. Nel dramma si racconta della congiura contro Cesare ad opera del suo figlio adottivo Bruto che si lascia coinvolgere da alcuni senatori romani tra cui Cassio in modo da provocare la morte di Cesare. Ad organizzare il funerale è Marco Antonio, uno dei grandi esponenti del partito cesariano e in un grande discorso infiamma gli animi del popolo contro i congiurati, costretti così a lasciare la città. 

Essi sono costretti a fuggire, ma sia Cassio che Bruto muoiono nella mitica Filippi, dove Bruto aveva incontrato lo spirito di Cesare. Lo spettacolo è una rivisitazione della tragedia shakespeariana ed è la dimostrazione che al di là delle questioni di genere, tutta l’umanità è per sua natura soggiogata dal fascino che esercita il predominio dell’uno sull’altro. Vediamo in scena diversi attori: Stefano Scandaletti, Michele Maccagno, Silvia Costa, Margherita Mannino, Eleonora Panizzo, Pietro Quadrino, Riccardo Gamba, Raquel Gualtero, Beatrice Fedi, Andrea Fagarazzi. La scenografia è a cura di Max Glaenzel, spazio sonoro di  Nao Albert, illuminazione di Carlos Maquerie ed infine i costumi a cura di Silvia Delagneau e assistente alla regia Lorenzo Maragoni.

 

Segui questo autore

Siediti al tavolino ed esprimi la tua opinione

Comments Closed

Comments are closed.

Ti piace il Caffè?



Scrivi con noi!