Indivisibili, una Gothic Novel nella Terra dei fuochi

Tostato da

indivisibiliCon un pò di ritardo qualche giorno fa ho visto Indivisibili, secondo lungometraggio del promettente regista Edoardo De Angelis. Il quale sta impegnando la sua filmografia sul racconto della difficile realtà campana. Soprattutto, quella della Terra dei fuochi. Da anni ormai ai disonori delle cronache nazionali, sebbene se ne parli tanto ma poi non si fa nulla per mitigarlo. Il giovane regista, alla soglia dei quarant’anni, lo fa però da un’altra prospettiva. In una sorta di gothic novel dove non si vedono droga e sparatorie. Ma il disagio è tutto culturale. Ambientato nella difficile Castel Volturno, il film rievoca Inseparabili di Cronenberg, anche e soprattutto nella sequenza finale. Protagoniste sono due sorelle siamesi, Viola e Dasy, cantanti neomelodiche, che vengono sfruttate dalla propria famiglia e dalla Chiesa locale che del loro talento ci hanno fondato una miniera d’oro. Trattandole come fenomeni da barraccone. Fin quando una delle due decide di spiccare il volo da quella gabbia familiare e naturale nella quale è rinchiusa

Segui questo autore

Siediti al tavolino ed esprimi la tua opinione

Leave a Reply

da Avanguardie

caravaggio
I tesori nascosti

Ti piace il Caffè?



Scrivi con noi!