Le infradito che arrecano ustioni

Tostato da

No, non sono i piedi con tanto di stigmate di Padre Pio. Bensì infradito a prova…di ustioni. Altroché. A denunciare un fenomeno allarmante quanto cocente i Verdi, nella persona del commissario regionale Francesco Emilio Borrelli: infradito in vendita a Napoli nei pressi della famosa Mappatella beach, sprazzo di mare tornato balneabile e ora anche attrezzato di bagni e docce.

«A Napoli in vendita pantofole da mare – dice un comunicato di Borrelli corredato da foto scioccanti (che alleghiamo) – realizzate con prodotti che ustionano la pelle. Chiediamo l’immediato ritiro dal mercato di questo prodotto pericoloso per la salute dei cittadini. Primi casi di ustioni a Mappatella beach». Sulle bancarelle si trovano anche a 3 euro, sono l’imitazione, nemmeno fedele, di una nota marca di pantofole da mare gettonatissime tra i teen-ager. Eppure queste innocue infradito, in vendita a Napoli dalla Pignasecca a Piazza Garibaldi, così come nei più importanti mercatini rionali (e presumibilmente in altre zone d’Italia) possono arrecare danni gravissimi alla pelle di chi le indossa.

Queste pantofole a contatto con il sole e con la sabbia bollente diventano arroventate a tal punto da generare delle profonde ustioni. A creare la reazione chimica sono la mescola della gomma e i colori al piombo utilizzati nel corso della fabbricazione. Acquistarle e indossarle può rivelarsi estremamente dannoso per la pelle oltre a generare ustioni molto dolorose. Sicuramente non sono vendute solo a Napoli, ma in molte altre bancarelle in giro per l’Italia. Speriamo siano ritirate quanto prima, per evitare che agli italiani, oltre che la tasca, brucino anche i piedi…

Segui questo autore

Siediti al tavolino ed esprimi la tua opinione

Comments Closed

Comments are closed.

da Avanguardie

1974998_531909270262352_930655153_n
Il neurone libero

Ti piace il Caffè?



Scrivi con noi!