Caffè Macchiato – Napoli, retata di estremisti. E’ tempo di semina

Tostato da

Paloma, a letto con l’influenza, si è persa la settimana di scuola che culminava col giorno della Memoria. Tra le nebbie del febbrone, si è sentita sollevata dal difficile compito di parlare ai suoi piccini dell’Olocausto. C’è pure qualcuno che dalle colonne di un giornale sentenzia che si è fatta una religione della Memoria. Paloma non è d’accordo, pensa che sia giusto lo studio e il ricordo anche dell’orrore, perché è stato e può tornare. Lei gli ultimi versi della poesia “Se questo è un uomo” non li ha mai letti ai suoi alunni, neanche di quinta, ma quel terribile monito di Primo Levi è impresso nel suo cuore come pochi altri ricordi lo sono! Stamattina al Tg passa la notizia dell’arresto dei fascisti napoletani, con tutto l’orribile strascico che fa fatica anche ad ascoltare. L’Orrore ritorna, è fra noi! Ma che famiglie e che insegnanti avranno avuto quei ragazzi, quali ambienti degradati, rozzi, ignoranti li avranno visti crescere, studiare, riunirsi con gli amici? Paloma è corsa al cellulare per dire alla sua collega di ricordare anche ai suoi alunni di vedere “La vita è bella”, così lunedì troverà il terreno fertile, è tempo di semina! Paola Ferrante

Segui questo autore

Siediti al tavolino ed esprimi la tua opinione

Comments Closed

Comments are closed.

Ti piace il Caffè?



Scrivi con noi!