Tonnellate di cibo scaduto sequestrate nella zona vesuviana

Tostato da

Certe volte è difficile comprendere pienamente le unità di misura. In questo caso parliamo di tonnellate, in particolare di mille e seicento chili. Più di un auto utilitaria, il doppio di una city-car, poco meno di una berlina di rappresentanza. Oppure, se preferite, circa venti uomini di taglia medio – grande. Ora che abbiamo un termine di paragone per la misura, analizziamo il tipo di materiale: il cibo.

Una tonnellata e seicento chili di dolciumi, carne, verdura, ortaggi, molluschi e crostacei. Una bella quantità vero? Ci si mangerebbe per un po’. Mille e seicento chili di questi alimenti sono stati sequestrati nella zona vesuviana, a Terzigno per la precisione. Cosa hanno in comune? Tutti quanti erano scaduti da diverso tempo, alcuni anche da quattro anni.

Il sequestro è stato effettuato dai militari della Capitaneria di porto di Torre Annunziata, coadiuvati dal personale dell’Asl Napoli 3 Sud che si occupa della prevenzione e della sicurezza alimentare.

Tutti gli alimenti saranno ora ovviamente distrutti, mentre la titolare del market dove sono stati trovati è stata denunciata alla procura di Nola. Il market in questione era gestito da cinesi e gli stessi alimenti presentavano per la quasi totalità la sola etichetta cinese, senza la dicitura in italiano come invece prevede la legge.

A quanto pare alcuni alimenti si presentavano in evidente stato di decomposizione, altri presentavano muffe o altri sintomi di degrado, ma nonostante ciò venivano tranquillamente venduti sugli scaffali.

La sicurezza alimentare è uno dei pilastri su cui si deve fondare una società moderna quale è, o almeno pretende di essere, la nostra. Quindi non bisogna mai abbassare la guardia nei confronti di frodi di questo tipo. Purtroppo, però, è evidente che se ci sono persone costrette ad acquistare determinati alimenti pur di risparmiare e mangiare, vuol dire che quel pilastro per la nostra società sta venendo meno.


Segui questo autore

Siediti al tavolino ed esprimi la tua opinione

Comments Closed

Comments are closed.