Lampedusa, come la vedono i bambini

Tostato da

Come ogni volta che organizza una recita in classe Paloma si avvia assai per tempo perché tutto vada bene e i bambini siano sicuri e soddisfatti del risultato. Quindi già si sta allestendo e modificando il copione della recita natalizia.

Alla fine di uno degli sketch che la compongono, è stata rimossa la solita letterina a Babbo Natale melensa e sdolcinata, sostituendola con una più attuale che recita più o meno così:

Caro Babbo Natale,

forse tu non hai a disposizione tra i tuoi regali una nave, ma potresti chiederla a qualche ricco signore che ne ha tante.

Questa nave,con tanto di marinai e capitano potrebbe andare in quel porto da cui parte tutta quella gente che fugge da guerra e miseria, così potrebbero imbarcarsi senza pericolo.

Una volta a bordo potrebbero scegliere in quale Paese andare senza essere costretti a sbarcare per forza in quell’isola che è già piena e non sa più dove metterli.

Potrebbero salire a bordo mamme, papà e figli, andare dove poi poter lavorare e avere una vita dignitosa, visto che ne hanno diritto, come dice Papa Francesco…

E ai bambini, se puoi, fai trovare giocattoli.

Dice la maestra che giocando si cresce felici!

Baci e saluti da tutta la classe.

 

Segui questo autore

Siediti al tavolino ed esprimi la tua opinione

Comments Closed

Comments are closed.

da Politica

matteo
Nous sommes Matteo

Ti piace il Caffè?



Scrivi con noi!