Progetto Capovolti: nascerà a Montecorvino Rovella la fattoria sociale

Tostato da

CAPOVOLTI_CONFSTAMPA5Nascerà a Montecorvino Rovella la fattoria  della rete “Capovolti”, il progetto di Agricoltura sociale di cui sono partner, tra gli altri, la cooperativa Stalker, aderente a Confcooperative Salerno, e Fedagri Confcooperative Campania. La notizia è ufficiale dopo la conferenza stampa di stamane, presso la Fondazione della comunità salernitana. Moderato da Nathalie Franchet, responsabile Area Marketing e Comunicazione, l’incontro ha evidenziato l’innovatività e l’originalità del progetto: una rete – sostenuta da Fondazione  Con il Sud (bando socio-sanitario 2012) – di dodici partner del mondo de no profit, della cooperazione sociale, delle istituzioni e della piccola e media impresa.

Nadia Petretti, presidente dell’associazione capofila Mai più soli, ha evidenziato l’attenzione che gli enti riserveranno alle famiglie dei disabili, nonché l’urgenza di provvedere all’occupazione di questi ultimi.

A descrivere il progetto più nel dettaglio, Francesco Napoli, direttore Capovolti. “La fattoria sarà per noi un luogo aperto, per le famiglie, per la scoperta delle proprie risorse e delle proprie motivazioni. Un luogo di prossimità e di sviluppo del territorio, di tutela dell’ambiente e di trasmissione di saperi e tradizioni. Un luogo aperto al mondo della scuola, delle associazioni, del benessere, dell’impresa e dell’artigianato, dello sport e dell’innovazione”.

Sulla stessa linea anche Francesco Cantore, direttore del Dipartimento di Salute mentale di Eboli, in rappresentanza dell’Asl di Salerno, partner del progetto. Numerose le attività che Capovolti si appresta a mettere in campo: fattoria sociale, fattoria didattica, campi estivi, piccoli e grandi eventi legati alla scoperta dell’agricoltura e alla tutela dell’ambiente, interventi nelle scuole, attività di ricerca scientifica, ippoterapia, onoterapia, attività sportive, riabilitative e di promozione e sensibilizzazione della cultura delle uguaglianze e del contrasto allo stigma.

Sono intervenuti anche Nicola Merola, presidente della Stalker, Luigia Adiletta, presidente di Fedagri Campania, e l’assessore alle Politiche sociali del Comune di Montecorvino Pugliano, Silvana Nardiello, che ha fatto il suo in bocca al lupo a tutti.

Segui questo autore

Siediti al tavolino ed esprimi la tua opinione

Comments Closed

Comments are closed.

da Politica

La Buona Scuola
La Buona Scuola?

Ti piace il Caffè?



Scrivi con noi!