Dopo il Sud è morto anche il Centro Italia

Tostato da

hotel-rigopiano-oggiDopo il Sud, è morto anche il Centro Italia. Ucciso dalla natura che non fa sconti. Se il Mezzogiorno è stato definitivamente ammazzato dal terremoto del 1980, così neve e terremoto stanno insieme colpendo a morte il Centro Italia. Fatto anch’esso di storia, borghi, economie che camminano sul filo di lana. Un altro pezzo d’Italia che non sarà più come prima, da cui in tanti emigreranno ed altri faranno fatica ad andare avanti. Quanto poi sta accadendo in Abruzzo all’Hotel Rigopiano è la perfetta sintesi del nostro Paese. Da un lato un sistema fatto di omissioni, disservizi, allarmi inascoltati. Dall’altro l’eroismo di quanti, tra mille difficoltà, cercano di salvare quante più vite umane possibile. Poi c’è la solita vignetta provocatoria di Charlie Hebdo, che non difesi neanche quando gli jihadisti spazzarono via quasi tutta la redazione. Ora si dirà anche che non è il tempo delle polemiche. Bensì quello del pianto. Se però continuiamo sempre in questo modo, sarà solo tempo per il secondo e mai per le prime. Le quali possono invece smuovere qualcosa.

Segui questo autore

Siediti al tavolino ed esprimi la tua opinione

Comments Closed

Comments are closed.

da Avanguardie

caravaggio
I tesori nascosti

Ti piace il Caffè?



Scrivi con noi!