Caffè Macchiato

emmanuel macronDopo la Brexit in Gran Bretagna e Trump negli Usa, in tanti speravano o temevano che in Francia vincesse Marine Le Pen. Fronte (e non solo Nazionale) contro l’establishment filo-europeista che da anni governa anche in Francia. E invece, un Le Pen per la terza volta perde al ballottaggio, perché i vecchi partiti fanno fronte comune appannaggio del candidato a loro avversario. “Turandosi il naso”, per dirla col grande Montanelli. Ha vinto Emmanuel Macron, 39 anni, banchiere, ex consigliere di Hollande e un solo incarico politico alle spalle, seppur importante: quello di Ministro dell’economia nel rimpasto del deludente Presidente socialista. Il curriculum di Macron dice chiaramente da che parte sta. Viene dal Mondo dell’alta finanza, della deregulation del lavoro, è filoeuropeista, accusato dalla Le Pen di avere sospetti conti offshore non provati. Renzi intanto si è congratulato con lui via Twitter già al primo turno, e Macron lo ha contraccambiato quando ha vinto le Primarie del Pd. Due giovani che costruiranno la futura Europa. Stando però attenti che resti come la vecchia.

Lettera a un diciottenne di Roberto Gervaso

15 nov 2006

Tostato da

Lettera a un diciottenne di Roberto Gervaso

Chi ha solo certezze spesso non ha altro e, se queste gli vengono meno, gli viene meno tutto: si sente sconfitto, e non di rado perde la forza di reagire. Se vorrai riuscire, riuscirai. Falliscono solo i velleitari, quelli che s’illudono di andar avanti, di ottenere risultati, tagliare traguardi e coronare sogni senza costanza. Niente […]

Napoli – Un Cancro da Curare

15 nov 2006

Tostato da

Napoli – Un Cancro da Curare

 di Paolo Esposito Si parla molto degli episodi di criminalità che in questi giorni riempiono di cadaveri le strade di Napoli e non solo. Un episodio che ha dello sconcertante: per l’arresto di fiancheggiatori e affiliati dei clan camorristici le rispettive mogli scendono nelle strade dei rioni a protestare con i figli contro le forze […]