Ma Berlusconi non va in galera? Ecco come funziona

Tostato da

Sette anni di reclusione e interdizione perpetua dai pubblici uffici. Così hanno deciso i giudici di Milano nel processo contro Berlusconi per la vicenda Ruby. Facciamo chiarezza. Berlusconi non farà un giorno di carcere: le condanne non sono definitive, per la legge è ancora innocente e la pena è sospesa. Potrebbe chiedersene l’arresto – al Parlamento: è senatore – solo se i giudici ravvisassero pericolo di fuga o d’inquinamento delle prove. Lo stesso vale per l’interdizione dai pubblici uffici: c’è ma non è applicabile subito. Se nel 2014 si votasse, Berlusconi potrebbe perfino candidarsi ed essere eletto, salvo perdere ogni carica in caso di condanna definitiva. L’interdizione, infatti, produrrebbe la perdita perpetua di tutti i diritti politici e d’ogni funzione pubblica, ma anche di titoli e decorazioni. Non sarebbe più Cavaliere del  lavoro. Un vero lutto tra i giornalisti: perderebbero un’affezionata perifrasi, quando si parla di lui.

 

Segui questo autore

Siediti al tavolino ed esprimi la tua opinione

Comments Closed

Comments are closed.

da Società

festa-del-lavoro-primo-maggio-2016-analisi-seo-festa-dei-lavoratori-480x400
1 Maggio

da Avanguardie

villa
Teatro in Pillole

Ti piace il Caffè?



Scrivi con noi!