Corruzione e lobby gay, terremoto in Vaticano?

Tostato da

Fin dai suoi primi momenti sul soglio pontificio si è capito che Papa Francesco non sarebbe stato un Papa qualunque, anzi. Il sommo pontefice ha stupito il mondo con la sua semplicità, dire che è già uno dei vescovi di Roma più amato della storia non è affatto prematuro.

La scorsa settimana il pontefice ha ricevuto i delegati della Confederazione di Religiosi Latinoamericani e dei Caraibi, nota anche come CLAR. Sul sito d’informazione cileno Reflexion y Liberacion è stato pubblicato una sorta di resoconto dell’incontro. Bisogna subito mettere in chiaro che Padre Federico Lombardi, direttore della sala stampa vaticana, non ha commentato l’episodio etichettando l’incontro come di “carattere privato”.

Secondo il discusso resoconto il Papa avrebbe risposto così ad una domanda sulla volontà di riforma nella Chiesa Cattolica: «Eh sì, è difficile. Nella curia c’è gente santa, santa davvero. Ma esiste anche una corrente di corruzione, anche questa esiste, è vero. Si parla di una lobby gay ed è vero, è lì… Ora bisogna vedere cosa possiamo fare al riguardo».

Poi il Santo Padre avrebbe continuato: «Non posso essere io a fare la riforma, queste sono questioni di gestione e io sono molto disorganizzato, non sono mai stato bravo per questo», riferendosi, a quanto pare, alla commissione cardinalizia che lui stesso ha creato e di cui avrebbe in seguito anche tessuto le lodi e ribadito la sua piena fiducia nella stessa.

Tra i vari membri della commissione il Papa avrebbe indicato soprattutto tre prelati nei quali ripone particolare fiducia. Si tratterebbe di Oscar Rodriguez Maradiaga, Reinhard Marx e Francisco Javier Errazuriz.

Il resoconto deve essere preso ovviamente con le molle, però se fosse confermato rappresenterebbe uno spartiacque non da poco nella storia della Chiesa. Con la massima fiducia in Papa Francesco non ci resta che aspettare le evoluzioni.


Segui questo autore

Siediti al tavolino ed esprimi la tua opinione

Comments Closed

Comments are closed.

Ti piace il Caffè?



Scrivi con noi!