È la stampa, bellezza

Tostato da

Cile. 5 agosto 2010. Nella miniera di San Josè si lavora come ogni giorno quando la volta di una galleria sotterranea crolla bloccando le vie di uscita. Dei 33 minatori che vi si trovavano dentro non si ha alcuna notizia per 17 giorni. La stampa di tutto il mondo segue la vicenda. L’attenzione cresce quando, accertato che i 33 sono vivi, hanno inizio le operazioni per riportali in superficie. Si moltiplicano allora articoli e collegamenti in diretta in cui gli inviati aggiornano sugli ultimi sviluppi della vicenda e raccontano il dolore e la speranza delle famiglie in attesa che il loro caro venga estratto dal sottosuolo. La ricerca dei colpevoli di quel crollo è finita pochi giorni fa con una sentenza secondo cui non è possibile individuare i responsabili. Eppure questo non lo ha raccontato nessuno. Pochi hanno raccolto la rabbia dei sopravvissuti. Forse, perché questa parte della storia manca di pathos.

Segui questo autore

Siediti al tavolino ed esprimi la tua opinione

Comments Closed

Comments are closed.

da Macchiato

Marcelus, Alejandro, Marcus e Dimitri1
Flush to Paradise

Ti piace il Caffè?



Scrivi con noi!