GRRRLS, ecco il primo spettacolo italiano dedicato alle Pussy Riot

Tostato da

grrl2

Venerdì 25 ottobre alle ore 18 presso l’Archivio Fotografico Parisio di Napoli, in piazza Carolina 10, nei pressi del Porticato San Francesco di Paola, verrà presentato ufficialmente GRRRLS – Il primo spettacolo italiano dedicato alle Pussy Riot.

La presentazione sarà un momento per discutere non solo dello spettacolo, ma delle tematiche relative alle questioni di genere e al valore dei diritti umani.

Locandina-GRRRLSAl dibattito parteciperanno la professoressa Francesca Marone (Università degli studi di Napoli “Federico II”; Maria De Marco e Fabiana Romano dell’Associazione Dream Team – Donne e rete; Lello Serao, direttore artistico del Teatro Area Nord; Antonello Sannino, Presidente dell’Arcigay. Modera Stefania Nardone

Inoltre, martedì 29 ottobre alle ore 12 ci sarà a piazza San Domenico Maggiore un flash-mob che vedrà coinvolte le attrici dello spettacolo in una breve esibizione provocatoria.

Nel marzo del 2012 tre componenti del collettivo femminista e politicamente impegnato entrano nella Chiesta di Cristo Salvatore a Mosca e coperte da un passamontagna interrompono la liturgia recitando una sorta di preghiera contro la politica di Putin e in cui chiedono alla Madre di Dio di liberare la Russia dal Capo di stato. Per questo, vengono immediatamente arrestate, incarcerate e condannate con l’accusa di teppismo e istigazione all’odio religioso. La loro storia, nel giro di poco tempo, fa il giro del mondo.

Questo è il fatto di cronaca nudo e crudo dal quale partono le riflessioni della neonata compagnia Caravan Teatro, che vuole interrogarsi sulla reale condizione della donna all’interno della società, su quali siano le problematiche che deve affrontare e su quale sia il suo rapporto con il potere. L’azione delle Pussy Riot diventa qui uno spunto, l’incipit di una storia di donne rispetto alla quale lo spettatore è chiamato a farsi un’opinione.

grrl1In scena troviamo, infatti, il personaggio della Madre-e-Patria che comanda, impone, impartisce insegnamenti, giudica e condanna. Le sue azioni sono quelle dello Stato e del potere. E poi ci sono altre tre donne Bianca, Anna e Nadia che hanno un motivo comune: quello di ribellarsi, di fare qualcosa che vada oltre le regole imposte dalla Madre-e-Patria. Da qui la storia, che va oltre le Pussy Riot e diventa storia di conflitto.

GRRRLS, oltre ad essere il primo spettacolo italiano sulle Pussy Riot, ha già incontrato le ostilità della comunità russa che vive nel nostro paese, che preferisce chiudersi nel silenzio. Ma è da questa assenza di confronto che Caravan Teatro si è convinta maggiormente dell’esigenza di rappresentare questa vicenda a teatro e di parlarne il più possibile con le istituzioni e con le persone comuni.

Segui questo autore

Siediti al tavolino ed esprimi la tua opinione

Comments Closed

Comments are closed.

da Avanguardie

Tutti_gli_amici_di_Anna_N
Tutti gli amici di Anna

Ti piace il Caffè?



Scrivi con noi!