Studio sugli acquisti online: l’automotive si fa “strada”

Tostato da

Senza titoloGli utenti online sono ormai abituati a rivolgersi a Google per qualsiasi necessità. Tra urgenze, dubbi, curiosità e desideri, ormai ogni mercato è sbarcato sul web, e le tendenze del momento sono facilmente riscontrabili dall’analisi delle abitudini d’acquisto degli internauti. Per quel che concerne l’automotive, una delle industrie che ha maggiormente beneficiato dall’intervento del web, la ricambistica è una delle parole chiave del mercato, attorno a cui ruotano gran parte delle ricerche. Tra i prodotti più cercati figurano ovviamente i pneumatici ed i cerchi, analisi figlie di una certa stagionalità degli articoli e della normativa vigente che prevede il cambio di mescola con l’arrivo delle stagioni più fredde. Molto ricercati anche tutti i componenti dell’impianto frenante che assicurano all’abitacolo la possibilità di rallentare o di arrestarsi in caso di necessità o emergenza

Il trend delle query sui motori di ricerca evidenzia che le necessità primarie degli automobilisti si riversa sulla manutenzione del veicolo, che secondo il Car Cost Index 2016 stilato da Lease Plan rappresenta uno dei costi fissi più alti. Confrontando e incrociando i dati di 24 nazioni europee, emerge che gli italiani sono tra i più “sfortunati”, visto che devono sopportare costi molto più alti della media continentale. Solo la Norvegia, infatti, si rivela più costosa dell’Italia, mentre per risparmiare conviene acquistare in Ungheria, nazione che detiene il primato sia per i veicoli a diesel che per quelli a benzina.

Volendo invece stilare un ranking relativo ai brand più cercati, secondo Quickco, distributore britannico di ricambi auto in franchising, Google “premia” Toyota, che si accaparra il titolo di casa automobilistica più cercata in 74 nazioni su 193. Una classifica che evidenzia anche la penetrazione di mercato dei modelli dei diversi costruttori. Il brand giapponese, di fatto, sembra essere il più diffuso, anche in considerazione di costi non esagerati sia delle vetture che di tutta la componentistica di ricambio. Nella classifica, seguono Toyota la tedesca Bmw, che primeggia in 51 nazioni e la Honda, prima in 17 nazioni. Dai dati emerge anche che il mercato è dominato dalle case asiatiche, ma che i “big” del mercato europeo e americano riescono a difendersi con discreti risultati.

Si ringrazia per la disponibilità:

-       www.cerchigomme24.it

-       www.acquistarefreni.it

 

Segui questo autore

Siediti al tavolino ed esprimi la tua opinione

Leave a Reply

da Avanguardie

caravaggio
I tesori nascosti

Ti piace il Caffè?



Scrivi con noi!