E se in Corea del Nord si vivesse meglio?

Tostato da

elettoL’anacronismo della Corea del Nord rispetto a quanto sia cambiato radicalmente il Mondo dalla caduta del Muro di Berlino ad oggi, fa quasi tenerezza. Ma, in fondo, appare anche ridicolo per due aspetti. Il primo, che un paese abbia ancora un regime dittatoriale che decida vita e morte dei suoi cittadini. Secondo, che la Corea sia ancora divisa in due parti. Fu separata negli anni ’50, quando, dopo la guerra di Corea, il comunismo si prese la parte settentrionale e l’Occidente la parte meridionale. Perché i coreani non si ribellano a tutto ciò? Certo, in Corea del Nord la gente vive isolata dal Mondo, ricevendo un’informazione e un’istruzione di parte, distorta. Molto peggiori di quelle che riceviamo noi. Ma forse, nel loro micro-mondo isolato, fatto di scuola, lavoro, famiglia, servizio di leva, osservanza a un leader, vivono in modo più semplice e felice di noi occidentali. Che ci siamo infelicitati nella continua rincorsa alle cose futili. Alla vanagloria. Alla prevaricazione sugli altri.

Segui questo autore

Siediti al tavolino ed esprimi la tua opinione

Comments Closed

Comments are closed.

Ti piace il Caffè?



Scrivi con noi!